Ci sono due soli modi di conoscere le cose.

Farsele raccontare oppure farle.

Un poco come la vita.

Viverla o farla vivere agli altri.

Le immagini e i testi pubblicati in questo blog sono coperte da © ® diritto d'autore e registrate. Vietato l'utilizzo anche parziale delle immagini e dei testi che appartengono all'autore come lo sfruttamento delle stesse.

All images are copyrighted and are owned by the photographer who created them. Under no circumstance shall these digital files, images, or text be used, copied, displayed or pulled from this site, without the expressed written consent of the photographer.

Toadas las imagenes publicada en esto blog son de mi autoria y estan subjetas a derechos

martedì 30 ottobre 2018

Particelle (le piccole cose sono importanti)









In italiano, i prefissi verbali ri- e re- indicano prevalentemente una ripetizione del verbo base usato; come in riprovare, ricadere, rivedere, ricongiungere, riascoltarerigirare, ribaciare, riproporre, richiedere, rivoltare, ricompensare, richiamare, ritentare, riamare, ecc.

Curiosamente non si specifica le volte; per cui non è detto sia una duplicazione una tantum, una volta sola. 

Un’altra funzione frequente è quella che indica il ritorno a una fase precedente, dopo che è stata compiuta l’azione opposta a quella indicata dal verbo base o in senso contrario; per esempio, riguadagnare, rialzarerisanare, riacquistare, ritrovare, respingere, reagire, ripassare, ecc.

Una specie di  immortali che si riavvolgono e si ripetono (come la canzone Rewind, di Vasco Rossi!) anche un’infinità di volte!

In alcuni casi risultano pure enfatiche; come in ridere

Il trasformismo camaleontico le porta a dare un nuovo significato al verbo d’origine; come, per esempio, ricavare, rifrangere, rilegare, rimeritare, riprodurrerisaltare, risentire, ritirare, rinforzare, rincorrere, reagire, ecc.

Sono pure “calde e appassionate” e danno intensità  e vigore al verbo base da cui provengono; come, ricercare, ripulire, riscaldare, risvegliare, ritornare, ecc.

Infine; sono potenzialmente applicabili a tutti i verbi.

Io, negli ultimi tempi, ne ho fatto una scorpacciata. Non solo di buona parte di quelle di cui ho scritto ora, ma pure di altre. 

Di quelle che; io per primo, avevo usato solo di rado o in tempi lontani. Insomma; dimenticate, sono lentamente emerse con; risalire, riapparire, rispuntare e poi definitivamente acclamate con; riaffacciarsi, risvegliarsi, respirare, ricamminare, riprendere; ed infine, rinascere!

Mi  accorgo che sono di due ordini. Il primo è la forza lavoro dotata di senso pratico; come, rimontare, rilavare, riassettare, rifare, ripulire, ricambiare, riaggiustare, ricalcolare, riavvitare, ricucire, ripitturare, riorganizzare, rigettare, rifinire, ecc.

La seconda è più riflessiva e analitica; come, riattivare, ricapitolare, ricordare, rimuovere, rimestare, rincuorare, recuperare, riabbracciare, rinsavire, rispettareriscuotere, rendere, recalcitrare, ecc.

Sono praticamente un susseguirsi continuo di micro particelle “ri- e “re- che indisponenti e fastidiose mi rincorrono quotidianamente. Poi; l’altra sera, mi sono accorto che alcune mi avevo abbandonato! Non le trovavo più! Replicare, rimbeccare, ribadire, ribattererinfacciare, insieme a molte altre consimili erano fuggite!

Così sono uscito in giardino a prendere una boccata d’aria e a riflettere su questa nuova situazione. L’erba morbida e fresca mi solleticava il piede scalzo. Ho alzato lo sguardo e mi sono incantato a vedere le stelle flocculare piano piano.

Improvvisamente ho sentito qualcosa di strano nell’aria. Mi sforzavo ma non riuscivo a capirci molto. Accidenti! Di nuovo loro! Rispunta, tra le fronde, riannusare; l’odore dolce e pungente degli eucalipti in fiore e poco dopo, riscoprire! Mi sa che ne arriverà un’altra serie e ne voglio approfittare. 

Riprendere a camminare scalzo, dopo tanto, non è facile. Ripartire costa un poco di dedizione, sacrificio e tempo. Quest’ultimo abbonda. L’auto è ancora in officina che aspetta da 8 giorni un piccolissimo cavo con attaccato un sensore. Tipo le mie care particelle. Robetta molto piccola ma che risulta indispensabile. Dovrebbe essere pronta domani in tarda mattinata.

Quindi?!? Sto ancora qui a calpestare l’erba del prato e mi domando se col tempo potrei sentire di nuovo il solletichio dell’erba sotto il piede di plastica! Perché no?!? 

Provarci può essere solo sorprendente. Basta un piccolo particolare per cambiare tutto quello che ci aspettiamo del domani e di cui non sappiamo molto. Provarci e riprovarci

PLOF! Un rumore sul tavolo di plastica attira la mia attenzione. Una gigantesca rana verde ci è saltata sopra e mi scruta. Rimane immobile con quel sorriso sardonico e gli occhi sgranati. La guardo per un bel poco e lei, nulla. Non risalta via, immobile da sembrare quasi finta! Non so che pensare se non che mi è venuta a salutare. Domani si dovrebbe ripartire. Vediamo fin dove.

domenica 4 marzo 2018

Cape York Peninsula, Journey Adventurously

Dopo tanto tempo vado a completare l'ultimo capitolo del mio ultimo viaggio in Down Under. Col botto, perché si sono aggregate Stefania e Francesca, con l'obiettivo di esplorare e raggiungere uno dei luoghi più incontaminati e selvaggi dell'Australia, la Penisola di Cape York, nel nord del Queensland. Non ero tanto sicuro di riuscire a gestire una situazione di questo tipo. Le difficoltà sono notevoli senza un alto grado di adattamento. Gli spazi concessi dall'auto,  stipata all'inverosimile di vettovaglie e generi di prima necessità per tre persone, rendono tutto più complicato. Un viaggio avventuroso, come scritto sui cataloghi. Ce la siamo cavata egregiamente con lo spirito giusto, quello del viaggiatore, adattandoci ai luoghi con quello che avevamo a disposizione.

Una sintesi che ha pagato anche in termini di incontri, di nuove aree che abbiamo potuto visitare di questo enorme territorio.

L'avventura era costantemente il nostro quotidiano e tra insabbiamenti, passaggi di fiumi, forature e strade corrugate abbiamo campeggiato su spiagge incontaminate e fatto il fuoco quasi tutte le sere. Spesso abbiamo raccolto ostriche o molluschi per cibarci e  abbiamo avuto la fortuna di avere incontri ravvicinati dai più comuni canguri agli enormi coccodrilli marini, passando dai pappagalli fino al mitico Cassowary, ormai relegato in poche aeree del nord.

Una continua scoperta e un costante stupore di quanto possa essere varia e favolosa questa area, tra cascate, foreste tropicali, termitai giganteschi, spiagge infinite e segni di un passato umano remotissimo di migliaia di anni fa. L'apprezzare le cose semplici. Un bagno in un torrente o in una cascata per togliere la polvere di dosso dopo giorni, un fuoco la sera per scaldarsi e cucinare il pesce fresco appena donato da uno sconosciuto. Un tramonto mozzafiato e un cielo stellato che sembra avvolgerti come una morbida coperta.

L'avventura credo che sia stata anche questa. Quella che avviene dentro di noi quando entri in contatto con luoghi remoti dove ancora la Natura rimane il soggetto principale. Si incolla dentro, si fonde al nostro animo e rimane per sempre. Forse sta a noi cogliere che è solo l'inizio.




first meetings with the locals…

Granite Gorge Nature Park
Rock Wallabies







Rifle Creek Rest Area, Mount Molloy
Kookaburra



Daintre
Green Tree Frog


Daintree National Park Area
Cape Kimberly



Marine Stingers


Daintree Nation Park Area
Cow Bay


Cape Tribulation
Dubuji Boardwalk

Cassowary!





south of Cowie Beach



overnight near the creek


Wujal Wujal Falls



Bloomfield River
Saltwater Crocodile


Cooktown Area





Finch Bay


Trevethan Falls



Archer Point


Hope Vale Area
Elm Beach Campground









Meeting on the road
Eagle


Cacatua



Dingo


Galah!



Mapoon Aboriginal Shire Council
Western Cape







dinner with fresh mullets cooked in foil


Meeting on the road
Termite Mounds!









Gecko



Iron Range Nationl Park
Chili Beach











typical corrugated road



Bramwell Junction Roadhouse
Number Plate Tree




Heathlands Regional Park Area
Captain Billy's Landing





Fruit Bat Falls









to Eliot Twin Falls



Eliot Twin Falls



Injinoo, town beach




Umagico, Alau Beach






Roonga Point





Cape York!



















Somerset Bay with...



...a cave with Aboriginal rock painting




Narau Beach Area



Mutee Heads Point

catch and release
guitar shark and...




...leopard shark




Termite Mounds!


Jardine River Resource Reserve
Sadd Point Area









Ussher Point Area












Rinyirru (Lakefield) National Park
Kalpower Crossing Campground




Cape Melville National Park
















Australian Aboriginal Art rock
Split Rock



Russel River National Park